ARRESTI E PERQUISIZIONI CONTRO IL SI.COBAS!

Questa mattina a Piacenza, alle prime luci dell’alba, oltre 25 lavoratori della TNT iscritti al SI. Cobas hanno subìto una perquisizione della propria abitazione e delle proprie auto e sono stati condotti in questura. Questi lavoratori sono tra i protagonisti dello sciopero di 13 giorni di fine gennaio – inizio febbraio contro l’arroganza della FedEx, che si è concluso con un accordo in Prefettura. Le accuse contro due coordinatori locali del SI. Cobas, ad ora agli arresti domiciliari, sono di resistenza aggravata, per altri 5 lavoratori sono stati predisposti dei fogli di via. Davanti alla questura di Piacenza si stanno raggruppando i lavoratori per reclamare la libertà dei loro compagni arrestati.

CONTRO QUESTO ED ALTRI ATTACCHI DEL PADRONATO AGLI SPAZI DI ATTIVITA’ SINDACALE!

CONTRO LO STATO BORGHESE E LA SUA REPRESSIONE DI CLASSE!

SOLIDARIETA’ OPERAIA!

LIBERTA’ PER CARLO E ARAFAT!

i lavoratori del SI. Cobas davanti alla questura di Piacenza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: