LA DEA CULTURA E LA SANTA IGNORANZA: DUE MITI BORGHESI

«… il proletariato, che non vuole farsi trattare come una canaglia, ha molta più necessità del suo coraggio, della sua coscienza di sé, del suo orgoglio e spirito di indipendenza, che del pane». K. Marx – F. Engels, Il comunismo del «Reinischer Beobachter», 1847. Pochi giorni fa un operaio, un nostro lettore, ci ha raccontatoContinua a leggere “LA DEA CULTURA E LA SANTA IGNORANZA: DUE MITI BORGHESI”

LETTERA APERTA AL MINISTRO DELL’”ISTRUZIONE E MERITO”

Caro Ministro, Prof. Giuseppe Valditara, pur consapevoli delle limitate possibilità di diffusione che avrà questa nostra “lettera aperta” rispetto a quelle di una circolare ministeriale, da marxisti accogliamo il Suo invito a “riflettere e discutere” sul comunismo, dando per scontato che per Lei la riflessione non debba impegnare esclusivamente gli studenti e che la discussioneContinua a leggere “LETTERA APERTA AL MINISTRO DELL’”ISTRUZIONE E MERITO””

D. Popovic – IL FATTO DECISIVO – Lettera a C. Rakovsky

Negli ultimi mesi, la condizione della Serbia nella Prima guerra mondiale e la valutazione che Lenin ne ha fornito sono state molto spesso strumentalizzate da alcuni falsi internazionalisti – la cui presunzione si è rivelata inversamente proporzionale alla loro onestà intellettuale – per cercare di legittimare con rimandi autorevoli e accomodati il loro precipitarsi aContinua a leggere “D. Popovic – IL FATTO DECISIVO – Lettera a C. Rakovsky”

INDOVINA CHI?

Vogliamo proporre ai nostri lettori una sorta di divertissement (si fa per dire) politico-letterario. Riteniamo l’articolo che segue un’eloquente sintesi delle posizioni politiche espresse dalla vasta area di una certa “sinistra rivoluzionaria”, di varia origine e vario indirizzo, riguardo alla guerra in corso sul territorio ucraino da ormai sette mesi. Ritroviamo racchiuse in questo testoContinua a leggere “INDOVINA CHI?”

UNA SCELTA CONSAPEVOLE CONTRO FARSE, AUTOINGANNI, RITUALI E RESE

Il 16 settembre un altro giovane, lo studente 18enne Giuliano De Seta, è morto in fabbrica nel corso di quella che viene definita l’alternanza scuola-lavoro. Si tratta della terza vittima dopo Lorenzo Parelli e Giuseppe Lenoci, morti mentre – per legge – lavoravano gratis per arricchire qualche padrone a cui lo Stato borghese affitta iContinua a leggere “UNA SCELTA CONSAPEVOLE CONTRO FARSE, AUTOINGANNI, RITUALI E RESE”

LOMBI STERILI E FIANCHI DI FERRO

«Ah! eccoci al ’93! me l’aspettavo! Una nube s’è ingrossata per millecinquecento anni, e dopo la bellezza di quindici secoli è scoppiata. E voi fate il processo al fulmine». Senza forse nemmeno confessarselo, il vescovo, si sentì in qualche modo colpito. Ma si controllò, e rispose: « […] Il fulmine non deve sbagliare, cadendo». EContinua a leggere “LOMBI STERILI E FIANCHI DI FERRO”

RANGHI SERRATI CONTRO IL SOCIALIMPERIALISMO – A FUTURA MEMORIA

Le accelerazioni storiche costituiscono, per le formazioni e i soggetti politici che si richiamano al marxismo e alla lotta di classe rivoluzionaria, un banco di prova della loro reale natura, della loro effettiva assimilazione dei concetti cardine, e degli assi portanti della strategia fondata sull’unica teoria rivoluzionaria nell’era dell’imperialismo. È troppo facile profondersi in professioniContinua a leggere “RANGHI SERRATI CONTRO IL SOCIALIMPERIALISMO – A FUTURA MEMORIA”

Luigi Repossi – AGOSTO 1922: I COMUNISTI E LO SCIOPERO GENERALE

A 100 ANNI DALLO SCIOPERO GENERALE CONTRO L’OFFENSIVA BORGHESE E IL FASCISMO Pubblichiamo la trascrizione del coraggioso intervento di Luigi Repossi – operaio metallurgico milanese tra i fondatori del Pcd’I, membro del suo Comitato esecutivo e in seguito esponente del Comitato d’Intesa – tenuto a Montecitorio, a nome del gruppo parlamentare comunista, nella seduta delContinua a leggere “Luigi Repossi – AGOSTO 1922: I COMUNISTI E LO SCIOPERO GENERALE”

I CODICI DEL DOMINIO BORGHESE NON SONO I NOSTRI PARAMETRI

Ogni operaio cosciente sa che la repressione fa parte della lotta di classe condotta dalla borghesia e dai suoi poteri. Ogni operaio cosciente sa che le sue rivendicazioni di classe non possono trovare pieno e coerente accoglimento nel quadro giuridico che sovrintende lo sfruttamento capitalistico. Ogni operaio cosciente sa che, prima o poi, presto oContinua a leggere “I CODICI DEL DOMINIO BORGHESE NON SONO I NOSTRI PARAMETRI”

RISPONDIAMO CON LA MOBILITAZIONE E LA LOTTA!

Condividiamo e diffondiamo il comunicato del S.I. Cobas in seguito agli arresti eseguiti contro dirigenti e militanti di questo sindacato e dell’USB.