UKRAINE: L’INTERNATIONALISME À L’ÉPREUVE

Au cours de l’été 1914, les bourgeoisies et les impérialismes qui avaient préparé leurs arsenaux pour le conflit imminent récoltaient également les fruits d’une propagande très intense  visante une intoxication idéologique du prolétariat chez leur réalités nationales spécifiques. L’impératif était clair : les principes internationalistes, l’appartenance à une classe et la lutte de classe enContinua a leggere “UKRAINE: L’INTERNATIONALISME À L’ÉPREUVE”

UCRANIA: INTERNACIONALISMO A LA PRUEBA DE LOS HECHOS

En el verano de 1914, las burguesías y los imperialismos que habían preparado sus arsenales para el inminente conflicto, recogían también los frutos de una intensa propaganda e intoxicación ideológica del proletariado en las realidades nacionales concretas. El imperativo era claro: los principios internacionalistas, la pertenencia de clase y la lucha de clases como elementosContinua a leggere “UCRANIA: INTERNACIONALISMO A LA PRUEBA DE LOS HECHOS”

UKRAINE: INTERNATIONALISM TO THE TEST OF REALITY

In the summer of 1914, the bourgeoisies and imperialisms which had prepared their arsenals for the imminent conflict were also able to harvest the fruits of a very intense work of propaganda and ideological intoxication of the proletariat, carried out in each specific national context. The dictate was clear: internationalist principles and class struggle, whichContinua a leggere “UKRAINE: INTERNATIONALISM TO THE TEST OF REALITY”

UCRAINA: L’INTERNAZIONALISMO ALLA PROVA DEI FATTI

Nell’estate del 1914 le borghesie e gli imperialismi che avevano preparato gli arsenali per l’imminente conflitto raccoglievano anche i frutti di un’intensissima opera di propaganda e di intossicazione ideologica del proletariato nelle specifiche realtà nazionali. L’imperativo era chiaro: i principi internazionalisti, l’appartenenza di classe e la lotta di classe come elementi discriminanti e criteri guidaContinua a leggere “UCRAINA: L’INTERNAZIONALISMO ALLA PROVA DEI FATTI”

CLASSE PER SE’ O CLASSE PER ALTRI?

È passato esattamente un anno dalla pubblicazione del nostro opuscolo su “Il marxismo e la questione fiscale”, terreno di lotta politica del proletariato sul quale, nel corso dell’ultimo anno, più di qualche sedicente “rivoluzionario” ha goffamente sdrucciolato. Non abbiamo la pretesa di ritenere che la graduale sordina calata su quella che sembrava dover diventare laContinua a leggere “CLASSE PER SE’ O CLASSE PER ALTRI?”

SPARTACO, IL PRIMO RIVOLUZIONARIO

«La vittoria sarà nostra perché Spartacus significa fuoco e spirito, anima e cuore, violenta azione della Rivoluzione proletaria. Spartacus significa tutte le miserie, tutto il desiderio di felicità del proletariato. Significa il socialismo, la rivoluzione mondiale». R. Luxemburg Lo scorso 2 dicembre il competente antichista Luciano Canfora ha pubblicato sul Corriere della Sera un articoloContinua a leggere “SPARTACO, IL PRIMO RIVOLUZIONARIO”

Franz Mehring – NIETZSCHE CONTRO IL SOCIALISMO

Nietzsche gegen den Sozialismus. Pubblicato il 20 gennaio 1897 su Die Neue Zeit. Traduzione dal tedesco di Rostrum (dicembre 2021) dalla versione digitalizzata sul sito Sozialistischeklassiker2.0. Convinti di fare cosa utile ai lettori, riproponiamo quella che ci risulta essere la prima traduzione in italiano di un importante intervento di Franz Mehring sulla filosofia reazionaria diContinua a leggere “Franz Mehring – NIETZSCHE CONTRO IL SOCIALISMO”

Lev Trotsky – A PROPOSITO DELLA FILOSOFIA DEL “SUPERUOMO”

“Koe-čto o filosofii ‘sverchčeloveka‘”. Scritto da Trotsky a ventun anni, durante la prima deportazione in Siberia, e pubblicato sotto lo pseudonimo di Antid Oto nel giornale di Irkutsk Vostočnoe Obozrenie, n. 284, 286, 287, 289 il 22, 24, 25, 30 dicembre 1900. L’autore lo inserì poi nel volume intitolato “La cultura del vecchio mondo” delleContinua a leggere “Lev Trotsky – A PROPOSITO DELLA FILOSOFIA DEL “SUPERUOMO””

ASINESCO, TROPPO ASINESCO

Quando leggiamo le massime aforistiche del sazio, ma arrabbiatissimo, piccolo-borghese Friedrich Nietzsche a proposito della “morale degli schiavi” e quella “dei signori”, quando leggiamo delle sue avvelenate equiparazioni tra il cristianesimo e il socialismo, ci viene in mente che innegabilmente, fino alla fine del III secolo dopo Cristo, il cristianesimo rappresentò una potente sovversione delleContinua a leggere “ASINESCO, TROPPO ASINESCO”

IL MOVIMENTO OPERAIO IN AUSTRIA NEL PRIMO DOPOGUERRA

Dall’introduzione al testo di Kurt Landau La guerra civile in Austria Parte I Nel ciclo rivoluzionario apertosi con la rivoluzione dell’ottobre 1917 in Russia, l’Austria venne a trovarsi in condizioni particolari che la resero suscettibile di rappresentare un anello di congiunzione tra i movimenti rivoluzionari tedesco, ungherese e italiano. A tal proposito un capitano dell’esercitoContinua a leggere “IL MOVIMENTO OPERAIO IN AUSTRIA NEL PRIMO DOPOGUERRA”